iscriviti
Error
×
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali - Privacy Policy
iscriviti
Error
Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali - Privacy Policy
iscriviti
Error
FINLANDIA: UNA TERRA, DUE ANIME
FINLANDIA: UNA TERRA, DUE ANIME
La Lapponia respira ancora la sua storia arcaica, tra natura e attimi di pura poesia
Un luogo ai confini del mondo, scampolo di terra colmo di miti e magia, dove il tempo scorre lento e sottolinea gli estremi del profondo Nord: si tratta della Lapponia, fra le ultime oasi incontaminate d’Europa.
Come fosse divisa fra due anime, è segnata da una bipolarità combattuta fra la stagione estiva e quella invernale. La prima, leggera e frizzante, aperta a cieli tersi e verdi foreste a ridosso di laghi dalle tonalità blu cobalto; la seconda, decisamente più rigida e sonnecchiante, avvolta in una silenziosa coltre di neve immacolata.
Rappresenta il selvaggio nord della Finlandia e l’ultimo rifugio dei finlandesi Sami, popolo nomade che peregrina in queste lande e che vive di allevamento delle renne e di manufatti locali che vengono venduti ai visitatori. Attraversata dalla linea del Circolo Polare Artico, la Lapponia finlandese è caratterizzata da paesaggi dominati dalla tundra. È la natura a scandire i ritmi e, questo, i Sami lo sanno bene, tant’è che il loro anno inizia a maggio, con la nascita dei cuccioli di renna. Emblema della loro cultura, la renna vive semi addomesticata, ed è amata e rispettata come una fedele compagna, presente nelle lunghe notti polari.
Contrappasso estivo di questa poesia naturale è il “sole di mezzanotte”, nel senso che rimane costantemente sopra la linea dell’orizzonte, con emozionanti giochi di luce che danno luogo ad incredibili spettacoli mozzafiato: le aurore boreali.
Secondo un’antica leggenda sami, sarebbero provocate da una volpe magica che, correndo sulle alture nordiche, farebbe esplodere in una luce mistica e screziata la neve smossa dalla coda.
La capitale della Lapponia, ultimo baluardo della società globale, è Rovaniemi, situata esattamente sulla linea del Circolo Polare artico ed è universalmente considerata come la patria di Babbo Natale.
Il Santa Claus Village, situato a 8 km dal centro, è sorto per la delizia dei turisti, soprattutto dei più piccini.
Sembra un presepe incantato oppure un cottage di montagna, invece è l’ufficio più sognato al mondo dove si sprigiona quell’atmosfera fatata e calda che ci si immagina, avvolgente come il suo proprietario. Un caminetto scoppiettante, arredamento rustico e tanti elfi instancabili che gironzolano: ce n’è di lavoro da fare per rispondere a tutte le letterine, provenienti da 198 paesi differenti. E poi, c’è lui, Babbo Natale. Sempre pronto ad ascoltare amorevolmente i desideri di tutti i piccoli ospiti. Una sfida, per i più grandi, reggere alla voglia di sedersi su quelle grandi ginocchia e raccontare di ciò che resta ancora nel proprio cassetto. Appena fuori, le renne, come nonne sagge e amorevoli, fanno capolino dalla giardino vicino alla famosa slitta, parcheggiata proprio lì come fosse la “monovolume” fiammante del Boss.
Un cartello dice che , per chi volesse provare l’emozione di guidarne una, è possibile cimentarsi con quelle trainate dagli husky, un’esperienza unica che permetterà di ammirare la natura incontaminata di questi luoghi.
Non c’è molto di storico da vedere, perché alla fine della seconda guerra mondiale le truppe tedesche in ritirata adottarono la politica di terra bruciata per punire i loro alleati finlandesi per aver accettato la pace con l’Unione Sovietica, radendo al suolo tutto sul loro cammino. Portata a termine la loro strategia, 100.000 persone erano fuggite, 675 ponti erano saltati in aria, tutte le strade risultavano minate e il capoluogo Rovaniemi aveva solo 13 case rimaste in piedi.
Le principali attrazioni per i visitatori sono l’ancora maestosa e selvaggia natura, le impareggiabili opportunità di trekking e gli sport invernali. Vi sono parchi nazionali in Lapponia con sentieri segnalati e baite gratuitamente aperte al pubblico, ma a differenza della Norvegia, sono dotati solo di camino a legna per il riscaldamento, ma non di cibo. Per gli escursionisti estremi ci sono zone selvagge con ancora meno persone e servizi, mentre per pescatori e cacciatori, c’è una bella mappa on-line della Finlandia con sentieri e rifugi segnalati. La maggior parte della vita notturna con locali di ritrovo alla moda è concentrata a Kemi e Rovaniemi e soprattutto in inverno nei centri sciistici!

INCANTESIMO LAPPONE

Alpitour, stregato dall’atmosfera della Lapponia, si è spinto fino a Rovaniemi, dando vita a differenti e affascinanti itinerari di quattro o cinque giorni alla scoperta di questa terra magica e incontaminata. Le partenze saranno il 7, il 10 e il 14 dicembre da Milano Malpensa con un collegamento diretto operato da Neos: una coccola – soprattutto per i più piccoli – che permetterà di evitare fastidiosi scali intermedi, riducendo notevolmente le ore di volo. Per partire leggeri, Alpitour fornirà l’abbigliamento termico di base e l’assistenza necessaria per non avere alcun pensiero e godersi appieno ogni esperienza. Molte le attività previste, prima fra tutte la visita al Santa Claus Village, dove si incontreranno Babbo Natale, le renne e gli elfi, intenti a rispondere alle letterine di milioni di bambini. Imperdibile la visita allo Snowman World, un villaggio costruito con neve e ghiaccio, dove sarà possibile passeggiare fra pupazzi, scivolare con gli slittini su piste innevate e cenare in un ristorante “glaciale” assai particolare. È consigliata una visita all’allevamento di husky per sciogliersi davanti agli occhioni di uno di questi splendidi amici a quattro zampe: per i più avventurosi, una gita in slitta porterà alla scoperta della Lapponia più selvaggia. Quella stessa terra che offre lo spettacolo più bello di tutti, sogno di milioni di viaggiatori: l’aurora boreale. Accompagnati da guide esperte, si partirà per un’eccitante caccia notturna sulle tracce della volpe magica e dei suoi giochi di luce. Infine, per l’itinerario di cinque giorni è prevista anche una visita allo Zoo di Ranua, dove vivono oltre 50 specie di animali nordici tutti da scoprire. www.alpitour.it

SPECIALE PER TE

A tutti quanti prenoteranno il pacchetto Incantesimo Lappone, Alpitour riserva:
  • Il parcheggio gratuito presso l’area aeroportuale di Milano Malpensa
  • Una simpatica sorpresa IPPO per i piccoli ospiti e un esclusivo omaggio Clementoni per i bambini dai 3 ai 14 anni non compiuti
  • Tariffe speciali per pernottamenti in hotel nell’area di Milano Malpensa


In attesa di incontrare Babbo Natale, puoi scrivergli all’indirizzo: Babbo Natale Ufficio postale di Babbo Natale 96930 Circolo Polare - Finlandia
Simona Nocifera
Condividi sui Social

UNA PICCOLA GRANDE STORIA CHE CI INSEGNA UN TERMINE MERAVIGLIOSO: RISPETTO

Dalla Toscana, al Lazio, dalla Campania fino alla Sicilia, questa estate l’Italia è andata letteralmente in fiamme. Nel cielo si vedevano, un po’ ovunque, gli equipaggi di Canadair ed elicotteri della flotta aerea dello Stato, coordinati dal Dipartimento della Protezione civile a supporto delle operazioni svolte dalle squadre di terra dei pompieri

Continua a leggere

TOP