register
Error
×
I have read and I authorize the processing of my personal data - Privacy Policy
register
Error
I have read and I authorize the processing of my personal data - Privacy Policy
register
Error
STIPSI E DIARREA DEL VIAGGIATORE
STIPSI E DIARREA DEL VIAGGIATORE
Che cosa mangiare e che cosa evitare quando si ha la diarrea
Concedersi un viaggio, magari dopo un anno di intenso lavoro è senza dubbio un grande regalo per staccare dalla routine quotidiana. Ma è proprio durante gli spostamenti che sono più frequenti i disturbi intestinali. Addirittura portano un nome: diarrea o stipsi del viaggiatore. Lontano dalle proprie abitudini sembra proprio che in alcune persone l’intestino possa risentirne. Ecco perché, specie chi conosce il proprio corpo, e non è nuovo a fastidiose sorprese dell’intestino durante i viaggi, può correre in anticipo ai ripari. Prepariamoci dunque per tempo alla partenza, tenendo presenti alcuni semplici accorgimenti.
Al primo posto contano molto lo stile di vita e le abitudini alimentari. Specie se si fanno dei viaggi lontani, magari in paesi tropicali è preferibile intanto evitare di consumare verdure crude, che non sappiamo come e con quale acqua sono state lavate. “Spesso causano dissenterie, con forti mal di pancia e lo stimolo continuo di andare in bagno. Meglio cibi cotti e frutta da sbucciare, che sarà più al riparo da contaminazioni batteriche”, dice il professore. “Evitare anche granite, cocktail, magari preparati con il ghiaccio e fettine di frutta fresca all’interno. Non conosciamo la provenienza del ghiaccio e non sappiamo come sono stati lavati i frutti presenti nel bicchiere, magari anche solo a scopo ornamentale. Altro consiglio utile è farci aprire sempre in nostra presenza le bottiglie di acqua o al-tre bevande”.
Ma non sempre è necessario andare così lontano per essere colpiti dalla diarrea. Questa può essere dovuta alla contaminazione di batteri o di virus ingeriti involontariamente. Che cosa fare? Spiega il professor Corleto: “Diciamo intanto che normalmente il problema si risolve in 24-48 ore, senza bisogno, il più delle volte, di cure particolari. E che il primo passo importante da fare è quello di evitare la disidratazione, specie nel caso di bambini e anziani. È importante reidratare regolarmente l’organismo bevendo acqua, brodi, succhi di frutta, bevande senza caffeina, o acqua con l’aggiunta di integratori di sali minerali. Ovviamente se i sintomi si prolungano è sempre meglio consultare un medico. In certi casi può essere necessario prescrivere un antibiotico o disinfettante intestinale. Ai bambini possono essere somministrate soluzioni reidratanti. Di solito, dopo le prime ore la diarrea può essere attenuata con la somministrazione di singole dosi di loperamide, un farmaco che riduce sia la peristalsi (o movimenti) gastrointestinale che le secrezioni con un aumento dell’assorbimento di acqua”.
Ma che cosa mangiare e che cosa evitare quando si ha la diarrea? 

“Come si dice è bene mangiare leggero, quindi evitare pietanze grasse ed elaborate. Limitare gli zuccheri, dolciumi, e latticini. Sì allo yogurt, con lattobacilli vivi. Sì a pietanze semplici, come pasta, riso, patate bollite, pane tostato, carni bianche, private del grasso. Sempre utili specie dopo la diarrea i fermenti lattici o probiotici che aiutano a “ripopolare” la flora batterica intestinale”, aggiunge il prof.

LA STIPSI
Altro disturbo molto comune in vacanza è l’esatto opposto della diarrea, ossia la stipsi del viaggiatore. Sappiamo che il nostro intestino è anche chiamato il nostro secondo cervello e risente molto dei cambiamenti delle abitudini, magari anche solo degli orari in cui ci alziamo. La “costipazione” poi quando si protrae per più giorni, diventa davvero fastidiosa, specie quando ci mettiamo in costume. Senso di pesantezza, gonfiore evidente, magari anche doloretti alla pancia. È bene sapere che con poche semplici mosse possiamo risolvere i nostri problemi di stipsi occasionale.
ECCO I CONSIGLI DEL PROFESSOR CORLETO:
• Non dimentichiamo di bere, regolarmente durante tutto il giorno, almeno dieci bicchieri di acqua. Una corretta idratazione delle feci le rende più morbide ed è facilitata l’evacuazione.
• Mangiare molte fibre, frutta e verdure di stagione sono importantissime per una corretta funzionalità intestinale.
• Camminare o fare attività sportiva. Siete in vacanza? Ricordatevi di camminare almeno 30 minuti a passo sostenuto. Favorirà lo stimolo dell’intestino. Altri esercizi utili possono essere gli addominali, da fare al mattino. Questi aiuteranno il “risveglio intestinale”.
• Cercare anche di non andare di fretta al mattino, di ritagliare qualche minuto alle proprie funzioni fisiologiche.
• Se necessario, ricorrere a integratori a base di fibra idrosolubili che aiutano a regolarizzare il transito intestinale. Comunque sarebbe meglio iniziare ad assumerli già prima della partenza. Un microclisma può risolvere rapidamente il problema se solo dovuto al cambiamento di orari o dopo un lungo viaggio. Altri lassativi, come la mannite, una sostanza presente in molti vegetali che agisce richiamando acqua verso il lume intestinale, aiutano l’organismo in maniera naturale favorendo il normale volume e la consistenza delle feci. Attenzione però ad assumerli nella giusta dose per non avere il problema contrario.

PROVATI PER VOI
PROBIO DIGEST Pancia Piatta è un integratore alimentare a base di Fermenti Lattici ad azione probiotica con complesso di enzimi Poolzyme Amy° (tra cui Amilasi, Lattasi, Lipasi e Cellulasi) ed estratto di Finocchio. I componenti funzionali sono suddivisi in 2 stick orosolubili. Una peculiarità, questa, molto importante e sinonimo di qualità del prodotto. I probiotici sono microorganismi molto delicati che devono essere conservati con la massima accuratezza per preservarne le funzionalità. Per essere efficaci devo arrivare vivi e vitali (cioè in grado di riprodursi) a livello intestinale. In questo prodotto sono conservati nello stick A, che contiene Fermenti Lattici Lactobacillus paracasei e Bifidobacterium lactis che contribuiscono all’equilibrio della flora intestinale. In questo modo i probiotici sono preservati da eventuali interazioni con altri elementi attivi della formula che potrebbero diminuirne l’efficacia e la vitalità. Nello stick B è presente, invece, l’estratto secco di Finocchio che favorisce la funzione digestiva e può essere utile per la fisiologica eliminazione dei gas. Completa la formulazione il complesso di enzimi digestivi resistenti ed efficaci nell’intero tratto gastrointestinale.
FERMENTI LATTICI è un integratore alimentare a base di fermenti lattici con inulina, utile per favorire il benessere e il riequilibrio della flora intestinale, in seguito a squilibri alimentari, terapia antibiotica, diarrea, stress. La formula orosolubile conferisce inoltre al prodotto estrema facilità d’assunzione, anche per bambini e persone anziane.
MANNITE EQUILIBRA ® della linea Dietpur, è un prodotto vegetale che coniuga piacevolezza d’uso ed efficacia d’azione. La mannite è una sostanza presente in molti vegetali ed è la componente principale della manna da frassino. Un effetto fisiologico della manna ottenuta dalla corteccia di frassino è favorire il normale volume e consistenza delle feci, e contribuire alla regolarità del transito intestinale.

Condividi sui Social

NATALE: AVERE O ESSERE?

Tutti abbiamo molto di più di quello che ci serve, negli armadi, nelle dispense, sulle tavole imbandite… c’è sempre tanto. Ma cosa c’è veramente nel nostro cuore?

Continua a leggere

TOP