register
Error
×
I have read and I authorize the processing of my personal data - Privacy Policy
register
Error
I have read and I authorize the processing of my personal data - Privacy Policy
register
Error
IMPARA A RITROVARE L’AUTOSTIMA
IMPARA A RITROVARE L’AUTOSTIMA
LA LETTERA
Buongiorno dott.ssa Bassi. Mi chiamo Angela, ho 40 anni e sono una libera professionista. Ultimamente, mi sento inadeguata nelle mie relazioni sociali e lavorative: non sono in grado di prendere decisioni e non riesco a essere efficace nel lavoro. Penso spesso che potrei fare molto meglio. È possibile “allenarsi”, come si fa con i propri muscoli, per mostrarsi più efficaci nelle relazioni personali e professionali?

Grazie, Angela

Cara Angela, il desiderio che esprimi nella tua lettera è quello di sentirti più forte, di migliorare la fiducia in te stessa: far crescere l’autostima. Spesso, in chi ha la sensazione di non essere sempre all’altezza delle situazioni, scatta quell’atteggiamento di timore verso le proprie responsabilità, impegni, relazioni sociali. Ci si sente più “deboli”, inadeguati e molti pensano che avere autostima significhi sentirsi forti. Ma non è proprio così! Il segreto per sentirsi più adeguati non significa diventare più forti, trasformando la propria natura. Ma imparare a conoscersi, accettando le proprie qualità e i propri limiti.
Soprattutto l’errore spesso più ricorrente è quello di voler assomigliare a quella persona che rappresenta il nostro ideale, come vorremmo essere. La buona notizia è che tutti possiamo migliorare la nostra autostima.
Ci sono delle tecniche che possono aiutarci molto in questo. E che non fanno altro che tirare fuori quelle virtù che abbiamo dentro e che dobbiamo solo imparare a riconoscere.
Il primo passo importante è quello di volercela fare… anche chiedendo aiuto a un esperto, quando da soli non ce la facciamo.
Esistono dei corsi specifici, che mirano a migliorare la competenza comunicativa, per capire meglio gli altri e farsi, quindi, conoscere in modo più approfondito. Questi training sono concepiti proprio per adoperare tali competenze, correggere e potenziare le nostre prestazioni personali e professionali. Si rivelano positivi poiché dopo le spiegazioni, viene sollecitata l’autovalutazione dell’esperienza, per creare l’effetto apprendimento. Tutti abbiamo alcune capacità che ci consentono di essere efficienti negli ambiti in cui lavoriamo. In questo caso si parla di autoefficacia effettiva. Quando, invece, la percezione di noi stessi risulta distorta da componenti emotive e non ci consente più di capire qual è l’effetto che producono le nostre competenze negli altri e in che modo influisce sulle nostre prestazioni, si parla di autoefficacia percepita. Se vi è una difformità tra autoefficacia effettiva e autoefficacia percepita, sia in positivo sia in negativo, la consapevolezza sulle nostre abilità s’indebolisce e la nostra prestazione viene compromessa.
BASSA AUTOSTIMA: QUALI SONO LE STRATEGIE PER INCREMENTARLA?
Per accrescere la percezione positiva di sé ci sono varie strategie, tra cui:
• Sviluppo delle capacità di problem solving, in quanto spesso l’autostima è collegata alla propria capacità di sgrovigliare i problemi.

• Attivazione del dialogo interiore (self – talk) positivo; l’autostima può essere migliorata attraverso il dialogo positivo con se stessi, utilizzando la propria voce interiore. Se inviamo dei messaggi positivi alla nostra mente, è molto probabile che le autopercezioni possano migliorare.

• Ristrutturazione dello stile attribuzionale, per permetterci di raggiungere una maggiore obiettività. Imparare, quindi ad osservare con una maggiore razionalità le situazioni e non vederle con le nostre insicurezze.

• Miglioramento dell’autocontrollo.

• Modificazione degli standard cognitivi; ponendoci aspettative eccessivamente elevate corriamo il rischio di non essere all’altezza di quelle attese e, quindi, di influenzare l’autopercezione. Impariamo ad essere noi stessi e non come gli altri.

• Potenziamento delle abilità comunicative.
COSA PUÒ FARE LO PSICOLOGO PER AIUTARE A VALORIZZARE LE PROPRIE COMPETENZE?
• Valutazione delle risorse personali
• Colloqui di orientamento
• Training sulle abilità sociali
• Percorsi di crescita personale

Condividi sui Social

NATALE: AVERE O ESSERE?

Tutti abbiamo molto di più di quello che ci serve, negli armadi, nelle dispense, sulle tavole imbandite… c’è sempre tanto. Ma cosa c’è veramente nel nostro cuore?

Continua a leggere

TOP